Il B&B è ubicato in una posizione tranquilla, a 2 km dal caratteristico borgo medievale di Corinaldo (città natale di Santa Maria Goretti) insignita da alcuni anni della Bandiera Arancione.

Il-Gelso-Corinaldo-panoramica-Corinaldo

Perché Corinaldo è Bandiera Arancione:  “La località si distingue per l’efficiente servizio di informazioni turistiche, garantito dall’apposito ufficio dedicato, con orari di apertura estesi e ben fornito. Il centro storico si presenta omogeneo e ben conservato, ricco e vario è inoltre il calendario di eventi e manifestazioni che rendono la località particolarmente vivace.  La gestione ambientale è efficace e elevata la percentuale di raccolta differenziata.”

È un ottimo punto di partenza per escursioni in mountain bike su piste ciclo-pedonabili rurali per esplorare e scoprire Corinaldo (passando di fronte alla casa natale di Santa Maria Goretti), le bellezze ed il paesaggio collinare marchigiano.

Sito turismo Comune di Corinaldo

Senigallia, Grotte di Frasassi, Loreto, Assisi, Urbino,  Fano, Fabriano solo per citare alcune delle mete più vicine.

Sito turismo Comune di Senigallia

Itinerari

Mappa itinerari dintorni di Corinaldo

In mezza giornata:

MONDAVIO, 10 km
Uno splendido centro storico dove spicca la Rocca Roveresca, terminata alla fine
del 1400 per volontà di Giovanni della Rovere, signore di Senigallia, su progetto di
Francesco di Giorgio Martini, celebre architetto senese.

SENIGALLIA, 18 km
Fondata dai Galli Senoni e poi prima colonia romana sull’Adriatico, Senigallia è
oggi una rinomata località turistica che offre un centro storico ricco di
monumenti proprio accanto alle spiagge dorate.

OSTRA E MORRO D’ALBA, 24 km
Insignito dal Touring Club della Bandiera Arancione, Ostra è un borgo medievale
dalla cinta muraria quasi intatta, con un centro storico ricco di palazzi gentilizi ed
edifici sacri. Morro d’Alba si contraddistingue per il percorso porticato costruito
tra 1500 e 1600 lungo l’intero percorso murario, denominato “La Scarpa”, oltre ad
essere patria del pregiato vino rosso “Lacrima di Morro d’Alba”.

SALTARA, 25 km
In una stupenda villa settecentesca ha sede il Museo del Balì: postazioni operative
che permettono di sperimentare la fisica della vita quotidiana, accompagnate da
un planetario e un osservatorio astronomico che incanteranno grandi e bambini.

In una giornata:

FOSSOMBRONE, GOLA DEL FURLO, URBINO, 60 km
Fossombrone è una città ricca di storia, posta nella media valle del Metauro, città
romana sul percorso dell’antica Via Flaminia. Sullo sfondo, la Gola del Furlo, oggi
riserva naturale per splendide escursioni a piedi o in mountain bike. Arrivati ad
Urbino, città patrimonio UNESCO, ci si tuffa in pieno Rinascimento grazie al
centro storico e al meraviglioso Palazzo Ducale, sede della Galleria Nazionale delle
Marche.

EREMO DI FONTE AVELLANA, FRONTONE, PERGOLA, 40 km
Il suggestivo Monastero di Fonte Avellana, le cui origini risalgono alla fine del X
secolo, si trova alle pendici del monte Catria ed è noto per essere stato citato da
Dante Alighieri nella Divina Commedia. A breve distanza, il castello di Frontone,
arroccato in cima ad un colle, vi accoglie con la sua storia e la gastronomia tipica
offerta nei ristoranti locali. Sulla via del ritorno, una tappa al Museo dei Bronzi
Dorati e della città di Pergola permette di ammirare lo splendido gruppo di statue
di epoca romana.

S. LORENZO, ARCEVIA, CASTELLI DI ARCEVIA, 40 km
S. Lorenzo offre la possibilità di visitare il Museo archeologico del territorio di
Suasa, che ripercorre la storia più antica della valle del Cesano. Spostandosi
verso l’entroterra si incontra Arcevia, “la perla dei monti”, antica rocca posta a
difesa di importanti vie di comunicazione tra l’Appennino e l’Adriatico.
Attorno ad Arcevia è possibile girovagare alla scoperta dei suoi nove castelli,
piccoli centri murati risalenti al 1300/1400 che conservano intatto tutto il loro
fascino.

SASSOFERRATO, GENGA (Grotte di Frasassi), FABRIANO, 65 km
Nei pressi dell’antica Sentinum si svolse la celebre “Battaglia delle Nazioni” che
vide l’affermazione dei Romani sulla coalizione formata da Galli, Sanniti,
Etruschi e Umbri.
A Sassoferrato il Parco Archeologico di Sentinum e il Museo Civico raccontano la
storia di questa antica città romana. A Genga, oltre al nucleo fortificato del
castello, in località San Vittore è possibile ammirare la splendida abbazia
romanica, accanto all’antico ponte sul fiume Sentino e a breve distanza il
tempietto neoclassico attribuito al Valadier. Qui ci attendono le Grotte di
Frasassi, con il loro suggestivo percorso di sculture calcaree create dalla natura.
La città di Fabriano offre poi cappelle con affreschi del 1300 e lo splendido
Museo della Carta e della Filigrana.

JESI, STAFFOLO, CUPRAMONTANA, 55 km
Città che diede i natali all’Imperatore Federico II, Jesi conserva splendide mura
medievali, il quattrocentesco Palazzo della Signoria opera di Francesco di
Giorgio Martini e la Pinacoteca Civica dove accanto alla Galleria degli Stucchi
(raro esempio di rococò marchigiano) si possono ammirare le opere di Lorenzo
Lotto. A rendere omaggio alla vocazione vitivinicola del territorio, il “Museo
dell’Arte del Vino” di Staffolo e il “Museo Internazionale dell’etichetta del vino” di
Cupramontana, nel cuore dell’area di produzione del celebre Verdicchio dei
Castelli di Jesi.

OSIMO, OFFAGNA, SIROLO, NUMANA (Riviera del Conero), 85 km
Colonia romana costruita sull’importante insediamento piceno, Osimo offre la
splendida Cattedrale di S. Leopardo e un sottosuolo ricco di affascinanti cunicoli
e gallerie scavate nell’arenaria. Dopo una visita ad Offagna, rocca situata in
posizione dominante e molto conosciuta per le coinvolgenti Feste Medievali
estive, si arriva al Parco del Conero. Qui natura e mare si fondono in uno scenario
meraviglioso, coronato da due perle di storia ed arte: Sirolo e Numana.